LISTA NOME LISTA - ELEZIONI TIPO E DATA

Anticipo previsto dal CCNL per i dipendenti della Regione Abruzzo, l’assessore Quaglieri annuncia autorizzazione al pagamento

mario quaglieri regione abruzzo

Regione Abruzzo, l’assessore Mario Quaglieri: “Autorizzato l’anticipo previsto dal CCNL per il personale regionale”.

Regione Abruzzo, l’assessore Mario Quaglieri: “Autorizzato l’anticipo previsto dal CCNL per il personale regionale”.

“In occasione della seduta in data odierna, su proposta dello scrivente la Giunta Regionale ha approvato la deliberazione con la quale l’Ente, avvalendosi della facoltà prevista dal Decreto Legge 145 dello scorso 18 ottobre ha autorizzato il pagamento, in favore di tutto il personale della medesima Giunta Regionale con contratto di lavoro a tempo indeterminato, dell’anticipazione prevista nelle more della definizione del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro e della conseguente definitiva quantificazione dei maggiori emolumenti retributivi effettivamente spettanti a ciascun lavoratore e ciò in via eccezionale e dunque in deroga alle procedure previste dalle disposizioni vigenti in materia”.

Lo rende noto Mario Quaglieri, assessore al Personale della Giunta Regionale d’Abruzzo.
“L’emolumento retributivo una tantum – prosegue l’Assessore Quaglieri – verrà erogato nei confronti dei circa 1.200 dipendenti interessati in occasione del pagamento della retribuzione relativa alla mensilità di dicembre, in misura variabile in base all’area di appartenenza del personale e ciò per un ammontare complessivo pari a circa 1,3 milioni di euro, oltre agli oneri di legge.

Detta importante iniziativa va ad inserirsi nell’ambito di un più ampio percorso previsto a tutela degli interessi dei dipendenti pubblici dal Governo Meloni, che nella Legge di Bilancio per il 2024 – allo stato in corso di definitiva approvazione – ha previsto il rinnovo dei Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro per il triennio 2022/2024, con ciò confermando la particolare attenzione mostrata sin da subito anche in favore degli stessi dipendenti pubblici” conclude l’assessore Quaglieri.

Fonte: Il Capoluogo